Giuseppe Conte

Il prof Conte le 5 Stelle ce le ha sul serio. Sulla guida Michelin. Ecco l’hotel di cui è socio

Giuseppe Conte le cinque stelle ce le ha sul serio. Ma sulla guida Michelin. È socio d’affari della famiglia Marseglia, consigliere di amministrazione della GHMS Venezia S.p.A., società che è proprietaria dell’Hotel Molino Stucky, che domina con la sua torre gotica la Giudecca. La struttura è gestita dalla catena Hilton, è amata da russi e sceicchi per la sua posizione irripetibile e per i suoi servizi di assoluta qualità, ha ospitato Michelle Obama e una esterna di Masterchef. Prezzi? La suite Tower King costa 1.084 euro a notte. Mica male, vero? Conte è nel cda della società proprietaria di questo splendore. Però l’incarico societario non è inserito nel curriculum pubblico del presidente del Consiglio incaricato, che viceversa trabocca di corsi di formazione all’estero, alcuni non verificati.

TUTTO LECITO

Giuseppe Conte di Volturara Appula. E’ lui. Il Registro Imprese gli attribuisce due cariche in altrettante imprese. Di che si tratta? La prima è La Peninsulare, compagnia generale di assicurazione spa, dove è consigliere di sorveglianza. La seconda è Ghms Venezia spa, dove è consigliere. Tutto lecito. Non c’è incompatibilità tra la professione di avvocato e l’assunzione di cariche societarie che non siano di gestione. In realtà, non sarebbe neanche interessante approfondire gli incarichi del prof Conte se i Cinquestelle non ce lo avessero presentato come l’homo novus. Che, secondo i loro standard, significa più vergine della beata.

Tra i due incarichi quello più interessante è il ruolo del quasi presidente del Consiglio nella Ghms Venezia spa. Perché accende un piccolo faro sul circuito di relazioni del professore di Volturara Appula. Si tratta di una società con sede in provincia di Verona e a Monopoli. Si occupa di alberghi. La nomina a consigliere risale al novembre 2015 e a fine 2017 risultava ancora in essere. Ghms ha la proprietà dell’Hotel Molino Stucky, 380 camere di lusso con ristorante e centro congressi alla Giudecca, Venezia, appartenuto all’Acqua Marcia di Francesco Bellavista Caltagirone.

Hotel Molino Stucky (sito internet)
Hotel Molino Stucky (sito internet)

La società ha 280 dipendenti e un cda formato dal presidente Leonardo Giuseppe Marseglia, Antonio Giannotte e, appunto, Giuseppe Conte. Dunque il premier è socio in affari del gruppo Marseglia, un piccolo impero con base in Puglia e ramificazioni in mezza Italia che ha interessi in diversi settori: agro industriale, produzione di energia elettrica, costruzioni civili e industriali, turistico alberghiero, finanziario e immobiliare. Diciamo addio al giglio magico di Renzi per entrare nell’era del “tarallo magico” di Conte? Che lo sa. Per certo, secondo le regole del contratto di governo il professore è in conflitto di interessi e potrebbe non essere idoneo a ricoprire l’incarico di premier. Però a Di Maio ha già assicurato che, entrato a Palazzo Chigi, lascerà tutti gli incarichi che possano stridere con l’ufficio pubblico.  

Rispondi

Previous Story

Berlusconi folgorato dal prof Conte: "Che bell'uomo". Ma niente fiducia da Fi

Next Story

Quirinale vs Lega e 5s su Savona. E anche oggi il governo lo facciamo domani

Latest from Politica

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: